Blog di informazione

Infestazione da topi? Ecco cosa fare!

I topi possono vivere in tutti i tipi di ambiente, abitano piccoli spazi e hanno una capacità riproduttiva molto rapida e semplice. Essere vittime di una infestazione non è poi così raro, quindi bisogna essere molto attenti e prendere precauzioni se si sospetta la presenza anche solo di un topo.

Le tracce che lasciano al loro passaggio sono molto chiare, non bisogna soprassedere e anzi prendere subito provvedimenti.

Se pensi di avere questi sgraditi ospiti, i topi, in qualche ambiente della casa, in cantina o in giardino, ecco alcuni consigli per affrontare un’infestazione. Altrimenti puoi , avvalerti di un intervento professionale, perché i topi in casa, soprattutto se ci sono bambini, rappresentano un vero pericolo per la salute.

Per prima cosa devi capire da dove potrebbe essere entrato il topo, individua eventuali punti d’ingresso. Solitamente i topi riescono ad introdursi attraverso piccoli anfratti, fori, che si trovano in corrispondenza delle tubature dell’acqua o dei tubi  del gas. Provvedi subito ad eliminare queste piccole fessure, magari utilizzando delle retine in acciaio dure.

La seconda accortezza che devi mettere in atto è quella di proteggere assolutamente il cibo. Fai una selezione degli alimenti, gettando via quelli che sospetti essere stati contaminati, mettendo da parte quelli che invece pensi siano rimasti sani. Stipali dentro contenitori ermetici, evita cartoni o buste di plastica perché i roditori non si fermano neanche di fronte a quelle, masticando di tutto.

E’ fondamentale non lasciare alcuna traccia di cibo in giro alla loro portata. Quindi stessa cosa fa con i rifiuti, riponendoli in contenitori opportunamente sigillati. I topi amano intrufolarsi anche nella pattumiera, rovistare ovunque vi siano tracce di avanzi di cibo, la notte è il momento ideale per loro! Qundi sarebbe meglio portare fuori il cestino dell’immondizia dalla cucina, e chiuderlo all’interno di un contenitore rigido.

Fatte tutte queste operazioni, puoi dar avvio alla caccia al topo! Puoi provare con le trappole, alla vecchia maniera, altrimenti puoi utilizzare del veleno per topi.

Se opti per la trappola, come sai, all’interno della gabbietta devi mettere un’esca, del cibo che attiri il topo e lo intrappoli. Ma invece del classico pezzo di formaggio, che ormai hanno imparato a prendere evitando la cattura, prova con del burro di arachidi, che è adatto da usare anche nel caso di trappole a colla.

Puoi trovare una colla specifica, quindi recupera una lamiera e passaci la colla, al centro della lamiera poni l’esca, il burro di arachidi. Quando il topo si avvicina per mangiare, resterà incollato.

Dovresti posizionare le trappole in zone di passaggio dove sai che i topi potrebbero transitare: sotto al lavello della cucina, dietro al frigorifero, in alcuni punti della cantina.

Qualora in casa non vi fossero dei bambini, puoi anche utilizzare il famoso veleno per topi. Esistono veleni che uccidono e quelli che disidratano. In quest’ultimo caso, il topo avrà bisogno di cercare acqua, quindi sarà obbligato a lasciare l’ambiente che ha insidiato. Attenzione a cercare poi il topo quando l’avrai avvelenato, potresti non accorgerti della sua morte e di dove è avvenuta, e tenere in casa il cadavere.

Solitamente i prodotti per topi sono venduti in negozi di prodotti agricoli e giardinaggio, di mangimi per animali, oppure anche in ferramenta.

Tagged with:

Lascia un commento